Archivi categoria: No One Lives

(Ri)scoprendo Luke : No One Lives 11

 

Eccoci con l’undicesimo appuntamento di questa rubrica, avete scoperto nuovi film? li avete già visti tutti?
Anche No One Lives ?

Eccovi la trama :

una banda si killer che sceglie le proprie vittime in autostrada rapisce una coppia benestante, solo per scoprire che le cose non sono affatto come sembrano.

e il trailer : 

Avete visto il film?
Qui potete trovare le stills 😉

FANGORIA: LUKE EVANS Q&A SU “NO ONE LIVES”

noonelives

Di nuovo un salto nel passato, questa volta vi proponiamo la traduzione di un’intervista datata 2013. All’imminente uscita del film “NO ONE LIVES”, Luke rilasciava questa intervista alla rivista Fangoria.Buona lettura!

Luke Evans si assicura che “Nessuno viva” Continua a leggere FANGORIA: LUKE EVANS Q&A SU “NO ONE LIVES”

Shock Interview: No One Lives

Buon pomeriggio, come state trascorrendo le vacanze?
Oggi vi riproponiamo un’intervista di Luke del 2013.
Buona lettura

I : Quanto sei eccitato da questo progetto? Lavorare con la compagnia di WWE? Lavorare con qualcuno come Ryuhei Kitamura…?  

LE : lo script mi ha portato al film. Penso che la storia sia interessante – non è solo il solito film splatter. C’è una narrazione di fondo che fa scoprire la vendetta che ha in testa. La vittima diventa il killer. Mi piace il personaggio, tu non potresti dire se è segnato (dalla vita) o mentalmente pericoloso. Lui era veramente normale. Alcuni psicopatici possono essere così ed essere integrati nella società. Ma sotto questa normalità possono avere una personalità sconvolgente. Questo personaggio trova una bussola morale e quando ho parlato con Ryuhei del personaggio, lui era affascinato dallo stesso soggetto che aveva creato e abbiamo trovato subito affinità sul di esso.


I : Quanto ti sei divertito con la pratica FX?
LE : l’ho amato. È strano, non mi piace guardare film horror,ma il più sanguinoso attira, il migliore. [C’è una scena dove] io sto uscendo fuori da un corpo, lui sta tremando e la prima volta che feci questa scena, non volevo scuotere il corpo, era il modo più veloce per me per arrivare al guscio del corpo – la pelle – intorno a me. Dopo l’abbiamo rivisto, abbiamo visto il corpo tremante ed era come, “Amico, devi rigirare quella scena, è come se il corpo avesse le convulsioni.” 

I : Come avete fatto tu e Ryuhei a trovare questo personaggio che non ha un nome?
LE : nello script, lui si chiama Driver. Io non so perchè, ho auspicato che sia perchè la prima volta che lo vediamo sta guidando una macchina, ma questo è tutto. Non si sa molto di lui. Forse lo era. Come per il resto, io volevo fare un film slasher (splatter). Volevo vedere come potevo interpretare un film di paura e un personaggio e vedere quanto oscuro potessi essere. Ma è stato divertente. Non è pensato per f*****e i vostri cervelli. È incredibile. L’ho trovato – interpretando il personaggio – piuttosto comico, non mi ha disturbato per nulla. 

Shock: C’ è qualcosa che vorresti rivedere?… 
LE: non sono sicuro. Senza svelare gran parte della storia, c’è una possibilità per lui di fare tutto di nuovo e per la trama di addensarsi e svilupparsi….ma, chi lo sa? Mai dire mai…


Se volete pubblicare questa nostra intervista tradotta sul vostro sito, blog, pagina Facebook & quanto di simile, vi chiediamo gentilmente di citarci. Grazie 🙂

Luke per Mediamikes

Buona domenica a tutti, ecco a voi una nuova traduzione 🙂
Buona lettura!
LukeEvans_aap_1200
Luke Evans è un nome che potrebbe suonarti familiare, ma di cui ancora non ne riusciresti a collegare il volto con il nome… non ancora.
Questo ragazzo è stato la star dell’anno scorso con “Immortals”, in cui ha interpretato il ruolo di Zeus. Da allora ha interpretato il ruolo da protagonista del cattivo di “Fast and Furious 6”, ha lavorato con Peter Jackson in “Lo Hobbit: La Desolazione di Smaug” e “Lo Hobbit: Racconto di un ritorno” e recentemente ha iniziato il remake de “Il Corvo”. Ma prima di tutti questi film, ha fatto un grintoso film horror chiamato “No One Lives” della WWE Studios.
Media Mikes ha avuto la possibilità di chiacchierare con Luke Evans sul suo ruolo in quel film e di confrontarlo con i suoi nuovi e più grandi progetti.

Mike Gencarelli: che cosa ti ha spinto ad accettare il ruolo di “Driver” in “No One Lives”?

LE : Quando ho letto il copione, non ho potuto fare a meno di ottenere il ruolo per questo personaggio. Aveva come una specie di interruttore che lo faceva trasformare in questo ragazzo folle. Ho pensato che sarebbe stato divertente riuscire ad affrontare entrambi i suoi aspetti.

 


lukeevans
MG: come ti sei preparato per il ruolo per entrare nella mente di questo pazzo figlio di pu****?

LE: bhe, ad essere onesti, ho cercato di non stare troppo nella mente di questo “pazzo figlio di pu****”, come hai detto. Sono un attore, cioè vorrei entrare nel personaggio e girare le mie scene e poi fare tornare l’interruttore al suo posto. Alcune delle cose che fa nel film sono folli come nascondersi dentro ad un corpo. Cioè non volevo passare molto tempo nella mente di Driver (Ride).

MG: quale è stata la sfida maggiore lavorando al film?

LE: Dovrei dire che è una delle cose fisiche con cui Driver ha maggiormente a che fare nel film. Ero letteralmente coperto di sangue dappertutto. Ricordo persino che le unghie delle mie mani erano ricoperte da uno strato rosso permanente in tutte le riprese. C’è voluto un po’ di tempo per abituarmi.

MG: Sono un grande fan di “Versus” Come è stato lavorare con il regista Ryuhei Kitamura sul suo unico secondo film americano?

LE: è stato veramente bello. Quando ci siamo incontrati ci siamo veramente piaciuti e ci capivamo veramente bene. Mi piacevano le sue idee per il personaggio e a lui piaceva il modo in cui io volevo metterlo in scena. Avevamo una relazione veramente simbiotica ed è andato tutto magnificamente durante le riprese.

 

MG: Attaccando con il ruolo del cattivo ragazzo, arriviamo al tuo ruolo di Owen Shaw in “Fast & Furious 6”. Cosa ti ha divertito di più nell’interpretare il ruolo di un cattivo? 


LE: E’ fantastico interpretare il ruolo di un cattivo. Owen Shaw in questo film e solamente come il grande cattivo. Questo ragazzo non vuole mai fallire e combatte duramente. Inoltre c’è molto che puoi fare con ruoli come questi che ti danno, come attore, un sacco di spazio per crescere e svilupparti.

MG: Come è stato passare dal budget ristretto di “No One Lives” a due giganteschi epici film come “Fast & Furious 6” e il secondo che sta per uscire “Lo Hobbit”?

LE: E’ abbastanza diverso. Ma sono veramente felice di fare entrambi questi film. Quando abbiamo girato “No One Lives” è stato nel bel mezzo dell’estate in Louisiana e faceva veramente caldo. Letteralmente.
Quando ho finito di girare sono andato in Nuova Zelanda per iniziare a lavorare al film “Lo Hobbit”,  è stato un vero cambiamento. Non ricordo se avevamo un grande rimorchio con il servizio di catering mentre lavoravamo al film. Sono solo felice di pensare al cambiamento e essere capace di cambiare tra due differenti tipi di produzione.

MG: sei stato in ogni pagina dei notiziari questa settimana visto che farai il remake de “Il Corvo”, sei emozionato di interpretare questo ruolo?

LE: Sì, sono veramente emozionato per questo film. Sarà fantastico e non riesco ad aspettare per l’inizio delle riprese. Spero che anche i fan dell’originale ne saranno felici.
Se volete pubblicare questa nostra intervista tradotta sul vostro sito, blog, pagina Facebook & quanto di simile, vi chiediamo gentilmente di citarci. Grazie 🙂
 
Traduzione a cura di Angela per Luke Evans Addicted Italia

Recensi-Amo Luke #2 – No One Lives

no-one-lives-trailer-del-thriller-horror-con-luke-evans-e-adelaide-clemens-5No One Lives non è un film per tutti!
E non intendiamo un limite d’età, ma le persone più “sensibili” farebbero bene a starne alla larga 😉
Una pellicola sanguinaria, con picchi di psicopatia e tratti “splatter”, che in estrema sincerità non ci è piaciuta granché 🙂

Interessante l’idea di presentare il vero “carnefice” come vittima per poi ribaltare il contesto del film, ma tutto il resto manca: mancano dialoghi ben costruiti, mancano la giusta “definizione” dei personaggi, manca anche qualche stuntman al momento giusto.

Luke regge la parte dello psicopatico, cosciente di esserlo, e l’aria cattiva sembra donargli particolarmente. Decontestualizzato sarebbe un buona, davvero buona, interpretazione; di quelle che ti fanno simpatizzare per il “dark side”! Ma in un film inflazionato dalla parola “Fuck”, dove il vero rapporto, della vittima con no-one-lives-luke-evans-car-smoke-jacket
l’aguzzino, è a metà tra odio e amore senza una demarcazione vera, dove qualcosa resta per strada senza spiegazione…non riusciamo a non chiederci “Why”? Perché un pazzo sanguinario e non uno psyco-intellettuale?  😀

Per le fan, quelle dallo stomaco robusto e il cuore corazzato, ci sono un bel po’ di inquadrature con cui fare i conti! Sorrisi, sospiri, denudamenti e primi piani vi aiuteranno a reggere il susseguirsi degli eventi …!

No One Lives: nuove clip!

Dopo il rilascio delle immagini (QUI per vederle tutte), stavolta è il turno di nuove clip di No One Lives!

Pronti a godercele? Partiamo!


Una banda di assassini spietati rapisce una giovane coppia e la tiene ostaggio in una casa in mezzo al nulla…. ma le cose non sono quello che sembrano!

Il film dovrebbe esser rilasciato il 10 maggio! Seguiteci nell’articolo per vedere le altre clip 😀





Il film sembra promettente, che ne pensate?
Per vedere le altre clip, vi basterà cliccare sulla fonte 😉

Fonte

La propensione di Luke Evans per cio che è fuori dall‘ordinario

Altra intervista di Luke, sempre tradotta in italiano!
Questa volta il nostro attore, oltre a The Raven, parla anche dei suoi progetti futuri con L Romal M Singh di DNA India.

DNA India: Interpreti il ruolo di un detective nel film The Raven, come ti sei preparato?

Luke: Il mio personaggio è inventato ma ho dovuto capire bene il tempo e il luogo in cui sarebbe vissuto, e i posti che avrebbe frequentato. Dovevo capire com’era Baltimora a quei tempi. Quindi sì, tutte quelle informazioni mi hanno guidato e aiutato più di ogni altra cosa.

DNA India: Sei un fan di Edgar Allen Poe?

Luke: Beh, ovviamente sapevo chi era e quanto abbia contribuito alla letteratura americana e ai generi da lui creati. Non posso dire di aver letto tante sue opere ma dopo aver avuto la parte, come qualsiasi altra parte, ho cominciato a documentarmi. Con qualcuno come Poe, che ha vissuto così tanto tempo fa, ci sono così tante informazioni su di lui, le sue biografie e ovviamente le sue opere, che mi sono pienamente divertito a leggere.

DNA India: Com’è stato lavorare con un attore come John Cusack?

Luke: È stato fantastico. Non ho dovuto pensare molto riguardo al fatto che John interpretava Poe. Lui era semplicemente Poe. Quando era sul set e il regista diceva “azione”, era lì. Era quel tormentato, quella pazza anima perduta che era Poe. È stato quindi molto facile per me interpretare il mio personaggio. John è fantastico e ha avuto una carriera grandiosa. Ha avuto a che fare con così tanti generi – commedie, drammi e thriller. È favoloso lavorargli in opposizione come attore. Non faccio questo lavoro da molto ma avere la possibilità di lavorare in opposizione ad un attore con così tanta esperienza come John, devi solo prenderlo per le corna e imparare man mano che si va avanti, guardando il maestro a lavoro.

DNA India: Bard in Lo Hobbit e Apollo in Scontro tra Titani – ti sei divertito ad interpretare dei personaggi della mitologia e dei romanzi?

Luke: Mi è solo capitato di interpretarli. Potrebbe essere per il fatto che sono una persona che ha lavorato in teatro e questo tipo di film hanno bisogno di un po’ di dramma.

DNA India: Sei Bard in Lo Hobbit, com’è stata questa esperienza?

Luke: Per il mio ruolo, tutto ciò su cui ho dovuto lavorare è stato il libro e ho amato il libro. È molto diverso da Il Signore degli Anelli. È più divertente. È stato grandioso poter far riferimento ai videoblog di Peter e vedere chi erano gli attori e cosa facevano prima di entrare a far parte del cast. Non è come se fossi stato catapultato nella Terra di Mezzo senza nulla su cui lavorare.

DNA India: Ci sono dei rumor secondo cui prossimamente lavorerai in un thriller, puoi dirci qualcosa di più riguardo questo tuo nuovo?

Luke: Sì, è un horror psicologico diretto da Ryuhei Kitamara a New Orleans chiamato No One Lives. Ho finito di girare questo film. È quasi completo.

DNA India: E per quanto riguarda Fast And Furious 6, abbiamo sentito che interpreterai un personaggio cattivo anche in quello?

Luke: È troppo presto per fare commenti a riguardo.

Se volete pubblicare questa nostra intervista tradotta sul vostro sito, blog, pagina Facebook & quanto di simile, vi chiediamo gentilmente di citarci. Grazie 🙂

Nuove still da "No One Lives"

Sul sito del fotografo Patti Perret sono state inserite ben 15 nuove still dal film No One Lives!

Vi lasciamo una piccola anteprima, trovate il resto delle immagini  cliccando qui:



Questa la trama del film:

Una pericolosa banda di criminali, dopo aver preso in ostaggio una giovane coppia, trova rifugio in una casa abbandonata nel bel mezzo del nulla. La situazione, però, sfugge presto loro di mano e la ragazza viene uccisa. Accecato dal desiderio di vendetta, il fidanzato si dimostra per quello che è veramente, dimostrando di essere meno indifeso di quanto tutti pensino. Ribaltando le carte in tavola, i criminali si ritrovano di fronte a uno spietato killer che, avendo già ucciso spesso in passato, è intenzionato a non lasciar in vita nessuno di loro. 

Siete curiosi di vedere il nostro Luke in questa nuova pellicola?
Cosa ne pensate delle immagini?