Luke Evans intervistato da “The Telegraph”

7
words by Bill Prince – photos by Jon Gorrigan

“Bulgari’s Man of tne moment” – The Telegraph ci porta alla scoperta del rapporto tra Bulgari e Luke Evans.

Dove nasce la loro collaborazione, perché sembra così perfettamente collaudata e come si sta evolvendo.

Vi ricordiamo che chi volesse contribuire alla vita del blog può scriverci un messaggio privato qui o scriverci per posta a  luke.evans.addicted@gmail.com.  Buona Lettura! ^_^

Ad Hollywood è noto da tempo che, al fine di raccontare una buona storia, è necessario un grande attore. E ora che la “narrazione” è diventato un altro veicolo per la comunicazione da parte dei grandi marchi – “sfruttando il patrimonio del brand nei contenuti”, per usare il linguaggio del marketing – beh diciamo solo che alcune case di lusso sono riuscite a fare il loro gioco più a lungo di altri.

2-_telegraph_luke_evans_shot_04_029-xlarge_trans1n-0bbrgahnulljmqze3f-phi_e1tpoik75cayqidp0Prendiamo Bulgari. Fondata a Roma nel 1881 da Sotirios Boulgaris, negli anni Cinquanta l’azienda era in sé sinonimo di un periodo di boom economico italiano da sempre riconosciuto – in parte grazie agli studi di Cinecittà e a film come La Dolce Vita. Nel 1962,  è noto che Elizabeth Taylor  ha indossato veri e propri gioielli Bulgari sul set di Cleopatra. E durante entrambi i suoi matrimoni con Richard Burton, la coppia scambiava regolarmente i suoi regali, mettendo il marchio di gioielli in vista.

Sono passati 50 anni, e Luke Evans, un altro bell’ attore gallese altrettanto esigente circa la sua sprezzatura (noncuranza, disinvoltura, apparente trascuratezza), è nella suite opulenta al primo piano del flagship store di Londra di Bulgari, per essere fotografato per The Telegraph Time abbigliato in Ferragamo e Kilgour, accoppiati con una sfilza di ultimi orologi Bulgari. Questi includono le versioni Octo e Roma del Finissimo tourbillon Finissimo – più sottile al mondo – e la nuova nerissima (o “Ultranero”) versione di Octo. Vera e propria istituzione delle rubriche di stile e un assiduo frequentatore di eventi di moda come la London Collections: Men, Evans evidentemente identifica con facilità la spavalderia italiana tipica del marchio Bulgari . “Bulgari spicca,” dice.

5-_telegraph_luke_evans_shot_07_017-xlarge_trans1n-0bbrgahnulljmqze3f-phi_e1tpoik75cayqidp0“C’è la tradizione del marchio, tanto per cominciare, e l’eredità della famiglia Bulgari e la sua associazione con la città di Roma, che è una delle mie preferite. E per sei decenni ci sono state splendide, attrici glamour che hanno indossato i loro diamanti, e ora hanno ampliato la gamma  a questi orologi incredibili, cose con cui mi posso identificare.”

Quando parliamo, Evans indossa uno sportivo Octo Ultranero. Mi dice che è simile al pezzo che gli è caduto tre anni fa, quando è finito contro Stephane Gerschel,  direttore delle comunicazioni internazionali di Bulgari, all’after-party BAFTA di Harvey Weinstein. Si allontanò con l’orologio: “manette poste molto allegramente”, dice Evans ridendo.

“L’orologio era stato appena lanciato”, ricorda Gerschel. “E Luke disse che gli piaceva, così l’ho dato a lui (il contratto da testimonial). E’ stato molto spontaneo da mia parte, ma allo stesso tempo penso che incarna davvero la persona giusta per Bulgari”.

Non c’è da stupirsi. Oggi, il 37enne attore vanta una sorta di Hollywood C.V . che a  27 anni lui stesso avrebbe stentato ad immaginare.

3-_telegraph_luke_evans_shot_05_071-xlarge_trans1n-0bbrgahnulljmqze3f-phi_e1tpoik75cayqidp0Una decina di anni fa era un attore da palcoscenico con un forte curriculum di musical. Stanco, lui stesso ha prenotato un biglietto per Los Angeles, dove, come si dice da quelle parti, egli “ha iniziato ad incontrare gente” fino a quando lui stesso era da considerare ormai parte del mondo del cinema. Da allora, Evans è diventato il generedi attore per tutte le stagioni in grado di districarsi tra un thriller distopico (High-Rise), un horror revisionato (Dracula Untold), grande mitologia (Lo Hobbit e Scontro tra titani), e il franchise di Fast & Furious.

Questo autunno la lista di credenziali di Evans ‘è stata ulteriormente arricchita con un ruolo di primo piano per l’adattamento del libro bestseller, La ragazza del treno, in cui recita al fianco di Emily Blunt. “C’erano un bel po’ di cose di cui non ero a conoscenza quando sono entrato in questo business”, spiega Evans. “Una era il viaggiare; non avevo idea che avrei preso tutti questi voli.” E l’altro? “La connessione con la moda. Queste sono industrie completamente diverse, mi ricordo di essere andato alla mia prima sfilata di moda a Milano, e lì ho iniziato a costruire la mia conoscenza dei marchi e scoprire quelli che calzano bene su di me”. Anche quella consapevolezza era qualcosa che Gerschel aveva rapidamente notato.

1-_tele-graph_luke_evans_shot_03_040-xlarge_trans1n-0bbrgahnulljmqze3f-phi_e1tpoik75cayqidp0“Siamo un marchio italiano, e l’uomo italiano ha peluria sul viso, è orgoglioso del suo corpo, è soave … stavo cercando un uomo vero, in fondo, e ho pensato che Luke fosse il candidato perfetto.”

Il legame è più profonda, però . Dal momento della firma come loro ambasciatore a tempo pieno, Bulgari ha introdotto Evans ai progetti di Save the Children, e sta attualmente lavorando su progetti di miglioramento della vita dei giovani nella sua terra nativa, nel sud del Galles, e a Mumbai.

“Posso avere 37 anni, ma posso ancora pensare come un adolescente”, dice l’attore, che è cresciuto come unico figlio di un costruttore e un’addetta alle pulizie ad Aberbargoed, nei pressi di Pontypool. “Capisco come ci si sente, e questo è quello che voglio di trasmettere, il mio obiettivo.”

Per Bulgari, l’intesa è del tutto reciproca.  “Sono gli attori i migliori comunicatori? Assolutamente “, dice Gerschel.

“Dagli anni Cinquanta abbiamo lavorato con centinaia di stelle del cinema – ci nutriamo della loro aura, ma anche loro si nutrono sulla vita dei marchi. E penso che, Luke in particolare, fa cogliere veramente ogni storia e ogni dettaglio.

Lui è Mr. Bulgari.

Fonte 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...