Black Book Dicembre 2011 – Traduzione

001-black-book-december-2011

Riprendiamo con la traduzione delle vecchie interviste: questa volta un’intervista del 2011 sul magazine Black Book. Buona lettura!

Prima di intravedere un singolo stipendio, ogni attore sogna di essere battezzato “una stella nascente”. È il timbro universalmente riconosciuto dell’approvazione dell’industria cinematografica e, molto spesso, un preludio a molti soldi. Ma per Luke Evans, la cui stella sta senza dubbio scheggiando in alto, l’etichetta sta perdendo lustro.

“Mi chiedo per quanto durerà,” dice il trentaduenne attore gallese “perché lo trovo piuttosto divertente. Per quanto puoi rimanere ‘nascente’?”

Nel caso di Evans non a lungo ancora. Per cominciare ha iniziato a lavorare verso i vent’anni, guidando nel West End il musical del 2002 prodotto da Boy George, Taboo. Ha superato i 30 quando ha ottenuto la sua prima audizione cinematografica, grazie ai direttori dei casting che hanno notato la sua performance, concentrata e sensibile, nella produzione al Donmar Warehouse di Peter Gill, Small Changes.

“Non sono stato io a cercare i film, è successo e basta,”  ricorda Evans “Ero davvero soddisfatto di lavorare nel teatro, è lì che ho imparato la mia arte.”

002-black-book-december-2011

Poi, quasi immediatamente, si è trasformato in una star d’azione. In ottobre, appare come Aramis, uno degli spadaccini protagonisti nel thriller di Paul W. S. Anderson, I Tre Moschettieri, e tre settimane più tardi, come un vendicativo Zeus nella fantasmagorica riduzione mitologica di Tarsem Singh, Immortals. Il prossimo marzo viaggerà fino alla Baltimora del 19esimo secolo come Ispettore Emmett Fields, dove aiuterà l’Edgar Allan Poe di John Cusack a scovare un serial killer in The Raven. “Non sono tanto sicuro di come sia capitato, a dire il vero,” dice dei suoi personaggi mascolini. “Non ho mai pensato che questo ragazzo gallese a cui piace cantare sarebbe finito a fare film d’azione.” Durante il prossimo anno volerà avanti e indietro dalla Nuova Zelanda, dove Peter Jackson girerà i diversi film basati sul racconto Lo Hobbit di J. R. R. Tolkien. Evans interpreterà Bard L’Arciere dallo sguardo acuto. L’ultima volta che Jackson ha messo arco e freccie in mano ad un affascinante giovane britannico, quel giovane britannico è diventato la star internazionale Orlando Bloom. Evans è preoccupato che Lo Hobbit spazzi via quello che rimane del suo anonimato?  “La mia salvezza è di vivere a Londra,” dice “ dove alla gente non frega un cazzo.”

Fonte High Toned

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...