INTERVISTA PER JOBLO – DRACULA UNTOLD: UN VIAGGIO NEI LUOGHI REALI DI DRACULA

FB-Banner-1Oggi vi proponiamo la traduzione di un’altra intervista fatta a Luke per la promozione del DVD e BluRay di Dracula Untold, questa volta per il sito JoBlo.com.  Trovate il video alla fine del post!

Intervistatore: Ho avuto il piacere di passare l’ultima settimana qui, è davvero sorprendente per la storia, la cultura e penso che il personaggio di Vlad Tepes ha davvero un ricco contesto, soprattutto in Dracula Untold, è fantastico come si immerga nella storia. Ma per quelle persone che sono all’oscuro di queste origini, cosa pensi che faccia sembrare il personaggio di Dracula così attraente per il pubblico?

Luke: Bhè, prima di tutto dobbiamo dare credito a Bram Stoker stesso, l’uomo che ha messo questo personaggio su carta, di cui ha scritto una storia sorprendente, ed è stato influenzato maggiormente dalla reale persona di Vlad Tepes o Vlad L’impalatore che ha vissuto nella regione in cui siamo adesso, quindi ci sono un sacco di ragioni per cui è così popolare e continua ad esserlo. Penso sia sempre stato un personaggio affascinante, il vampiro, la storia, il tema dei vampiri hanno sempre attirato il pubblico, e nel corso del tempo è successo per varie ragioni. Quando all’inizio lui ha scritto il testo teatrale ci furono rappresentazioni di Dracula e erano piuttosto azzardate per quei tempi, nessuno sarebbe andato a vederle perché c’erano morsi, un uomo che morde una donna sul palco era piuttosto importante.. ma i tempi sono cambiati e quello che mi piace di questo personaggio è che non siamo il Dracula di Vincent Price  o Christopher Lee, noi ci siamo occupati del guerriero, del comandante militare Vlad Tepes che diventa il vampiro ed assistiamo al viaggio di quest’uomo che si trasforma, un personaggio vampiro mai visto prima in un film. Non era stato mai raccontato in questo modo prima in un film di queste proporzioni.

Int:  Assolutamente, sembra proprio come l’effetto della palla di neve che acquista velocità con tutta la storia su cui si basa, a cui aggiungiamo la reale storia.

LE: Sì..

Int: Rende tutto più allettante, come hai detto.

LE: Infatti, e come hai detto bisogna passare un po’ di tempo qui a Bucharest e in Romania, che come sai era una volta la Valachia, la quale era proprio nel mezzo, e andare nella sua città natale di Targoviste e in tutti quei meravigliosi posti di cui parliamo.

Int: Non voglio vantarmi però..

LE: Sei davvero fortunato, non ho mai visitato nessuno di quei posti. Sono stato mandato direttamente a Belfast dalla Nuova Zelanda e poi in un campo di addestramento per cui non ho mai.. non ho mai avuto la possibilità di vedere i luoghi reali, e anche adesso sono qui e non ci posso andare nemmeno stavolta, ci tornerò, avete stimolato il mio appetito. (ride)

Int:  Penso che uno degli aspetti più interessanti di questo film è vedere la fisicità di Dracula. È un personaggio piuttosto gentile, lo sappiamo ma nel film vediamo che diventa brutale, quando vediamo le sue abilità in battaglia.

LE: Giusto, voglio dire, siamo così abituati a vedere il vecchio Dracula, quello di cui Bram Stoker ha scritto 400 anni dopo la morte di Vlad, che va benissimo ma siamo abituati a vedere quest’uomo che svolatta piuttosto bene..

Int: E capelli perfettamente acconciati..

LE: e sembra che abbia vissuto per centinaia di anni.. ma la cosa divertente in questo personaggio è che è un giovane uomo, è Vlad Tepes ed è un coraggioso comandante della sua terra e protegge la sua gente e poi ha un sacco di cicatrici di guerra sulla schiena come si vede nel film che scompaiono con il bere del sangue, ma mi piace il fatto che abbiamo a che fare con qualcuno che poteva combattere, questo tizio non aveva paura di gettarsi nella battaglia con i suoi uomini, e non li ha mandati al posto suo, lui era lì davanti..

Int: Assolutamente

LE: in prima linea, è davvero un personaggio fisico, e spero che rimanga sempre così  per me, ho davvero apprezzato la sua fisicità, la sequenza di Vlad contro mille uomini è stata intensa e molto difficile da realizzare in modo credibile, perché ovviamente si muove a una certa velocità..

Int: Mille uomini sono parecchi..

LE: Sono parecchi, sì, c’erano parecchi pali e oggetti appuntiti che venivano agitati..

Int: Credo si chiamino spade.

LE: Si chiamano spade? Dovrei controllare questa cosa, dovrei sapere come si chiamano. Penso ci sia una scena nei contenuti extra del DVD che sta uscendo, che mostra come abbiamo creato quella intera scena di combattimento e ci sono volute settimane.

Int:  Cosa devi fare in preparazione del personaggio, forse una coreografia, o solamente prepararti fisicamente e restare in forma o qualcosa del genere?

maxresdefaultLE: Entrambe le cose sono diventate diciamo una parte giornaliera della mia routine. Prima dell’inizio delle riprese sono stato quattro settimane, prima delle riprese vere e proprie mi sono allenato quotidianamente con il mio trainer. Anche la dieta è stata importante, quindi mi allenavo al mattino, andavo nel capannone degli stuntman, che era nel Titanic Quarter in Belfast, vicino al porto, e mi sono allenato con la squadra degli stuntman che era enorme e imparavamo le coreografie o pezzi di coreografie che erano nel film, poi andavo via, pranzavo e poi tornavo nel pomeriggio e ripassavamo quello che avevamo fatto al mattino aggiungendo qualcosa in più, poi ci fermavamo e lo registravamo per mandarlo al regista, poi tornavo in palestra. Dopo la palestra andavo dal regista, poteva arrivare qualche nuovo attore del cast e dargli il benvenuto e poi Gary e io ci sedevamo per controllare il copione e sai, era un giorno pieno.

Int: Buon Dio, sono stanco solo a sentirlo.

LE: Sì, era faticoso ma molto divertente. Investi molto della tua vita, ho investito un bel pezzo del mio 2013 per questo film e ho amato ogni minuto, mi sono divertito a fare le ricerche, fare tutto quel lavoro e realizzare tutte quelle difficili sequenze di combattimento, tutte quelle coreografie al massimo delle mie abilità.

Int: Se potessi interpretare di nuovo Dracula, in che direzione ti piacerebbe portare il personaggio?

LE: Quando abbiamo girato l’ultima scena del film, è un flash forward, lo vediamo al giorno d’oggi a Londra e nella mia testa pensavo che cosa è accaduto nel frattempo, che abbiamo saltato così avanti nel tempo, possiamo aver girato il mondo, può essere passato attraverso le due guerre mondiali. Dove era lui? Cosa stava facendo? Si è innamorato? È quasi morto, ha ucciso qualcuno? Come è sopravvissuto? Come vive? È ricco o è povero? Ho pensato a tutte queste cose eccezionali. Ha imparato a guidare una macchina? Che lingue parla.. ha incontrato qualche famoso personaggio storico? Ha magari incontrato Bram Stoker? Ha visto accadere la storia di Bram Stoker? È rimasto intrigato dal vedere questo scrittore ispirato da quello che LUI era e magari è andato nel teatro di Dublino a vedere una personificazione del suo personaggio? Chi lo sa? Amo tutto questo!

Int: Un sacco di piccoli indizi..

LE: E questo è solo il passato; cosa succede  nel futuro? Sappiamo che è un personaggio immortale fintanto che rispetta le regole che gli sono imposte.. quest’uomo vivrà per sempre e per me è un pensiero terrificante essere così soli e passare attraverso il tempo guardando le persone che conosci morire e non puoi fare niente a proposito.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...