Luke Evans per FilmPro

Vi proponiamo la traduzione dell’intervista rilasciata da Luke ad un sito russo. 🙂
luke-evansLuke Evans appare per la prima volta nel secondo film della trilogia “The Hobbit”. Il suo personaggio, un uomo, un residente di Lake City, situato vicino Erebor, l’antico regno dei nani, aiuta i nani guidati da Thorin e Bilbo, lo hobbit, a continuare il loro viaggio, che si concluderà ai piedi della Montagna Solitaria. L’attore in un’intervista, FilmPro.ru ha parlato dell’esperienza di lavorare con uno sfondo verde.


Luke Evans: “Il mio eroe – l’unico uomo in “The Hobbit “

Гала Минасова (G.M.): Parlaci del tuo personaggio.
Luke Evans: Bard – un residente di Lake City, l’ arciere. Quando lo incontriamo, sappiamo poco di lui. Sembra un uomo che fa ogni sforzo per guadagnare del denaro extra. Tuttavia, più tardi ci rendiamo conto che questo personaggio è molto più complicato. Ha un pedigree molto interessante. E tuttavia è padre di tre bellissimi bambini, che protegge come dei tesori. Bard vive e combatte per loro.

GM: Hai letto Tolkien quando eri un adolescente?
Luke Evans: Si. Ho letto “The Hobbit”.

GM: Con chi ti identificavi quando hai letto il libro?
Luke Evans: Proprio Bard e forse Thorin.

GM: Quindi, il sogno è diventato realtà? Come hai lavorato su questo?
Luke Evans: Volevo renderlo attraente. Dopo tutto, prima di tutto, è una persona. Tra i personaggi del film ci sono diverse “razze” e Bard è la prima persona che incontriamo nel film. Ho cercato di far appassionare il pubblico a guardare con interesse il suo destino. Perché questo personaggio ha una storia molto appassionante. Sono felice di aver avuto l’opportunità di portarlo sullo schermo. Questa è la prima apparizione di Bard l’Arciere nel film.


GM: Qual è stata la cosa più difficile sul set?

Luke Evans: Penso che la più difficile per me è stata quella di apparire in scene in cui la tecnologia utilizzata è stata la motion capture e fare le espressioni facciali. Sono state girate con due telecamere posizionate a distanze diverse dagli attori. Dal momento che ero costretto a sembrare molto più grande dei miei colleghi, ho girato separatamente da loro. Ci è voluto molto tempo, ma il risultato è semplicemente sbalorditivo.

GM: Vedendo il film sul grande schermo, si dimenticano tutte le difficoltà sul set?

Luke Evans: No! Non ho dimenticato! (Ride). Ma le persone che lo hanno visto con me non potevano immaginare come abbiamo fatto. Impossibile capire come possiamo essere nella stessa stanza, perché siamo di stature assolutamente diverse.  (nel prodotto finale)

GM: E come avete girato la scena in cui voi siete tutti seduti allo stesso tavolo?
Luke Evans: Questo è quello che intendevo prima. Abbiamo girato in diverse sedi, gli gnomi dovevano sembrare volumetricamente più piccoli di me. Ho girato con lo sfondo verde. Ci avevo incollato una foto degli altri personaggi, e così, quando ho dovuto girare, sotto le luci della camera, sapevo dove stavo guardando.

GM: Nel film, il personaggio, da un lato, incarna i valori della famiglia, e, dall’altro, come gli altri personaggi, è un guerriero coraggioso. Come hai fatto a recitare l’una e l’ altra contemporaneamente?
Luke Evans: Sul posto non pensavo a dover interpretare un combattente,  lì è un padre. Mi piace la sua incoerenza, vista in questo modo olistico (nella totalità).  Bard nel film ha un sacco di scene di battaglia, ma la prima volta che lo incontriamo è in famiglia. Ha una storia molto interessante. Il suo antenato – l’ultimo re di Dale – ha anche cercato di uccidere il drago, ma non ci è riuscito. Pertanto, i suoi discendenti sono diventati cittadini comuni.

GM: Pensi che i fan apprezzeranno il nuovo film?
Luke Evans: Ci conto. Spero anche che il pubblico potrà godere di come abbiamo reso Bard. Abbiamo cercato di renderlo il più simile al suo prototipo letterario. E il fatto che abbiamo esteso un po’ la sua storia, ci ha permesso di descrivere meglio questa immagine per mostrare ciò che lui è, un padre. Tutto questo aiuta lo spettatore a credere che sia un eroe.

GM: La prima volta che hai visto il film, sei riuscito anche a dimenticare, per un momento, che vi hai recitato?
Luke Evans: Ero totalmente affascinato dalla storia. Io amo follemente questo mondo magico che ha inventato e creato Peter. Ma la storia in sé è eccellente, spero che il pubblico potrà godere del nostro lavoro.

E niente lui ama Bard quanto noi! *_*
Se volete pubblicare questa nostra intervista tradotta sul vostro sito, blog, pagina Facebook & quanto di simile, vi chiediamo gentilmente di citarci. Grazie 🙂
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...