"Diventando Bard", Luke parla con InSing

Nell’intervista che vi abbiamo tradotto di seguito, scopriamo qualcosa in più dell’esperienza di Luke sul set de “Lo Hobbit”. Buona lettura! 

È un esperto attore dei teatri di Londra ed ha interpretato il dio greco Zeus nel 2011, con spade e sandali, nel film d’azione ‘Immortals’, ma a 34 anni Luke Evans sta interpretando il ruolo più iconico della sua carriera nel sequel de ‘Lo hobbit’.

La felicità nel suo viso era evidente quando un direttore di studio ha annunciato ‘Luke Evans come Bard l’arciere’, e cosi l’attore, calato nel suo personaggio, è entrato per la sua intervista.

L’attore ha appena finito di girare una scena con Richard Armitage, che interpreta Thorin Oakenshield, in ‘The Hobbit: Desolation of Smaug’, e ci offre un po’ del suo tempo per parlare con InSing allo “Stone Street Studios” in Wellington, New Zealand.

Penso sia stato un momento davvero eccitante” dice pensando al momento in cui Peter Jackson gli ha offerto il ruolo nella trilogia de Lo Hobbit.

CHI E’ BARD?
“Non pensavo ci fossero davvero Nani, Elfi e Orchi. L’ho guardato e sono andato. Sir Ian McKellen, Orlando Bloom, Richard Armitage, Stephen Fry, ho guardato tutte le persone con cui avrei lavorato, tutti gli attori che ho rispettato, ammirato e che non vedevo l’ora di vederli in quest’esperienza “, ha ricordato Evans.

Ha girato la prima scena con Sir Ian McKellen.

E’ stata una cosa strana, aver visto (la trilogia dell’anello), e tutto ad un tratto, sei effettivamente sul set con Gandalf che ti guarda con gli occhi bianchi e Ian è una sorta di genio “, ha detto eccitato.

IL SUO ACCENTO DISTINTIVO

Essendo il primo attore ad interpretare il personaggio sul grande schermo, c’era spazio per l’interpretazione.

“Ho avuto una chiacchierata con ( la co-sceneggiatrice e produttrice), Philippa Boyens al telefono la sera prima della mia audizione, e lei ha detto: “noi vogliamo che tu usi il tuo accento gallese”, ha detto Evans.

“E io ero tipo: ‘Davvero? Non ho mai usato il mio accento Gallese‘. Sebbene sia il mio accento, molta gente vorrebbe sradicarlo. E lei ha detto, ‘No, ci piace. Ci piace davvero'”.

Evans dice: “Dale sarà sempre Galles per me, il che è una cosa veramente bella. Questo è

probabilmente la più grande impronta che ho messo su questo personaggio”.

OCCHI APERTI
Come previsto, Evans ha molti elogi per il regista Jackson: “Ha l’abilità di farti sentire molto a tuo agio, ha molta fiducia in quello che stai facendo. Ma è anche in grado di venire sul set solo per togliere completamente dei pezzi e tu pensi ancora che lui sappiate cosa state facendo”

“Riesce a catturare, in una scena, più di 10 volte le idee che io normalmente potrei aver prodotto da solo”.

“Lui mi guarderà girare una scena e allora verrà e mi darà un paio di idee che apriranno 5 o 6 porte nella mia immaginazione su dove potrebbe andare questa storia o dove andrà questa conversazione”

UN PERSONAGGIO LEGO
Potrei avere un personaggio Lego e andare al ComicCon”, medita.

“La maggior parte delle volte, giri dei film e loro possono essere grandi film, ma raramente si è consapevoli della base di fan che portano con essi. E con questo film, non si può scappare“.

“Stiamo disperatamente aspettando di vedere il film, quindi non posso immaginare se piacerà ai fan”

Tranquillo Luke, a noi è piaciuto! Tanto! Siete d’accordo? 🙂
Se volete pubblicare questa nostra intervista tradotta sul vostro sito, blog, pagina Facebook & quanto di simile, vi chiediamo gentilmente di citarci. Grazie 🙂
Fonte

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...