Luke per buzzinefilm

Oggi vi proponiamo la traduzione di una vecchia intervista del 2011 che Luke ha rilasciato per buzzinefilm.com!
Buona lettura! 

A Luke Evans piace ricordare alla gente che lui viene dal Galles, non dall’Inghilterra. Dopotutto, entrambe sono completamente separate all’interno del Regno Unito, da non confondere tra loro. Allo stesso modo, non c’è da confondere i suoi ruoli in Immortals e Lo Hobbit, che lo conducono al culmine della celebrità. Certo, lui raffigura il Dio greco Zeus nel film Immortals di Tarsem Singh, in cui figurano anche altre star come Mickey Rourke, Freida Pinto, Henry Cavill, Stephen Dorff, e Isabel Lucas. Nonostante ciò, il signor Evans insiste nel dire che è ancora felice di ritrovarsi nel pub di zona.


Quando non è occupato a buttar giù pinte e a distinguersi dagli inglesi, scozzesi e irlandesi, il signor Evans interpreta Zeus e lavora con una delle persone più energetiche di Hollywood.

Team Buzzine: Tra Immortals e altri grandi progetti, come Lo Hobbit, sei pronto per la celebrità?
Luke Evans: Questo è quanto, e tu devi cercare di tenere la testa sulle spalle e continuare ad andare al pub. Non puoi farti assorbire troppo da tutto quello.

TB: Zeus sembra molto moderno, alla moda e giovane. Cosa stai cercando di portare a Zeus?
LE: È stato uno modo diverso di riprendere il Re degli Dei. Nella storia dei film, quando Zeus è stato interpretato, è stato interpretato da Lawrence Olivier, e da recentemente anche da Liam Neeson. Perciò Tarsem ha dovuto convincermi. Mi ha dato l’idea, ha cercato di farmela piacere. Diceva: “Se tu fossi un dio, perché diamine vorresti essere un vecchio, rugoso, puzzolente, dolorante (essere umano) e fare ben poco?” Diceva: “Sceglieresti di essere giovane, imponente, in forma, e se avessi bisogno di prendere una spada e combattere, potresti farlo.” È stata una sfida mentale pensare a me stesso come al padre di Isabel Lucas. Quella era una cosa davvero molto strana. Ma ho pensato a mio nonno, praticamente. Ho solo pensato: “Beh, come parlava con me quando ero bambino?”

TB: Com’è stato lavorare con Tarsem?
LE: Ha un incredibile entusiasmo che non ho mai trovato in nessun uomo, benché meno in un regista. Dava il 150% ogni singolo giorno, e tu cercavi di fare altrettanto. Ti sentivi costantemente come se eri in debito con lui e dovevi partecipare con la stessa passione ed energia che aveva lui.

TB: Parlaci del look di Zeus. Ti sei sentito come un oggetto? Come pensi tu sia stato rappresentato in questo film?
LE: Quando accetti un lavoro come questo, sai in cosa ti stai buttando. Dovevamo fidarci di Tarsem e credere che ci avrebbe fatto apparire al meglio. Penso che sia riuscito nell’intento. Penso che Tarsem sapeva che poteva raggiungere il giusto effetto se lo avessimo lasciato libero di agire.

TB: Cosa ci puoi dire su Lo Hobbit?
LE: Non posso dire molto o altrimenti rischio grosso. Sono stato in Nuova Zelanda, ho filmato per 8 settimane, e ho fatto una pausa per la promozione di questo film (Immortals) e I Moschettieri. Tornerò lì tra 3 settimane per continuare. È un’esperienza straordinaria. Mi sento già come se facessi parte della famiglia lì.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...